Skip links

Irpinia Campi Taurasini DOC 2012 ” ‘Core”

 60,00

Irpinia Campi Taurasini ‘Core è un vino rosso DOP pregiato, di annata 2012, prodotto da uve di Aglianico, le stesse uve accuratamente selezionate dalle quali è prodotto il vino Taurasi.

.

Descrizione

IRPINIA CAMPI TAURASINI D.O.C.  

“CORE” 

Irpinia Campi Taurasini ‘Core è un vino rosso DOP pregiato, di  annata 2012, prodotto da uve di Aglianico, provenienti dalle  nostre vigne di Paternopoli (AV). Attualmente è disponibile solo  l’annata 2012, per una produzione di 4000 bottiglie. Per il tipo di  lavorazione che adottiamo, non può essere ripetuto ogni anno, in  quanto le uve devono avere determinate caratteristiche idonee alla  produzione.  

Nelle colline Irpine è tradizione vendemmiare subito dopo la  ricorrenza di Ognissanti e dei defunti, i primi giorni del mese di  novembre. Il vino Aglianico ha bisogno di molto tempo per la  maturazione e Agricola Bellaria ha scelto di sfruttare il periodo  compreso tra i mesi di ottobre e novembre in cui, i notevoli sbalzi  termici tra giorno e notte, permettono di accumulare tutta una serie  di caratteristiche che conferiscono tipicità e pregio al vino. 

Il processo di vinificazione inizia dall’individuazione della zona  più indicata per l’utilizzo della miglior uva. Nel caso del Core, la  zona è quella di Paternopoli, uno dei pochi comuni in provincia di  Avellino ad essere autorizzati alla coltivazione dell’Aglianico. 

Per la produzione del vino Core, Agricola Bellaria ha deciso di  ridurre la produzione passando dai 100 quintali di uve per ettaro  previsti dal disciplinare, a 60 quintali, garantendo l’utilizzo solo  delle uve migliori per un vino di qualità. 

Il processo inizia con la vendemmia manuale per preservare le  caratteristiche naturali delle uve prima di trasferirle in cantina. Qui  le uve sono sottoposte a una leggera pigiatura e il mosto così ottenuto è portato in tre serbatoi diversi in acciaio inox in cui sono  utilizzati lievitati varietali di qualità per valorizzare le  caratteristiche organolettiche delle uve. Il mosto viene quindi  portato a contatto con le bucce nella fase di fermentazione 

Agricola Bellaria ha deciso di mantenere una temperatura iniziale  di 30° al fine di estrarre il più possibile il colore rosso rubino dalle  uve, per poi abbassarla sino a 18° in modo da recuperare il  profumo autentico del vino e mantenerne inalterate le  caratteristiche. 

Durante la fermentazione del Core, l’anidride carbonica esce dal  serbatoio e spinge le bucce d’uva verso l’alto formando uno strato  compatto noto come “cappello”, che si pone al di sopra della  massa del mosto in fermentazione. Per evitare che questo accada,  tre volte al giorno è effettuata la cosiddetta follatura, ovvero  un’azione di pressione meccanica che viene esercitata dall’alto  attraverso un pistone che agisce sul cappello per romperlo. In  questo modo il cappello viene fatto cascare pezzo per pezzo nel  mosto sottostante. Infine, si procede alla separazione della parte  solida da quella liquida del vino. L’affinamento del Core, inoltre,  non avviene in brick, ma è invece realizzato direttamente nei  serbatoi per mantenere le caratteristiche dell’Aglianico. 

Prima dell’imbottigliamento, a completare l’intero processo, c’è la  stabilizzazione proteica, che dura circa 15 giorni, e quella tartarica  in cui il vino viene mantenuto al di sotto degli 0° per far sì che le  sostanze intorbidanti vengano trattenute e non vengano travasate  in bottiglia. 

Le esclusive caratteristiche del Core derivano dai particolari  processi di lavorazione che Agricola Bellaria ha scelto di adottare. Dalla lavorazione in tre serbatoi diversi per giovare del  mix unico di caratteristiche che si formano in ognuno, al residuo  zuccherino lasciato ad una concentrazione pari a 7 gr. per litro al  fine di arrestare la fermentazione, sino alla forte concentrazione di  colore dovuta all’aumento della temperatura di estrazione. 

Inoltra, la conformazione territoriale e le condizioni climatiche del  territorio avellinese, costituiscono l’ambiente ideale per favorire  un percorso di maturazione dei vitigni graduale, caratterizzato dal  giusto equilibrio tra concentrazione di zuccheri e acidità. 

La produzione del Irpinia Campi Taurasini DOC “Core” 2012  è di 4000 bottiglie.  

Il vino Core si contraddistingue per il colore rosso rubino intenso  con riflessi violacei, le note olfattive decisamente fruttate (tra cui  spiccano frutti come mora, ciliegia e amarena), e una consistenza  al palato corposa, decisa, destinata ad acquisire ancor più struttura  con il passare del tempo. Core è un vino fresco e versatile,  consigliato per l’abbinamento a formaggi di capra poco stagionati  e a piatti dal carattere rustico. 

PREMI E RICONOSCIMENTI 

Gold Medal | Japan Women’s Wine Awards 2018

Bronze Medal | Decanter World Wine Awards 2016

Commended | Decanter World Wine Awards 2015

Due stelle | Bellavita Awards Amsterdam 2015 

Bibenda | 2017

Caratteristiche

VITIGNO
Aglianico 100%

DENSITA
2500 piante per ettaro

PRODUZIONE MAX PER HA
70 ql

UVAGGIO
Aglianico 100%

RESA MAX CONSENTITA
70% – 60% alla fine dell’invecchiamento

ALCOOL
13 % vol

ACIDITA’ TOT
Gr./lt. 7.28

ACIDITA’ VOLATILE
Gr./lt. 0,44

ZONA DI PRODUZIONE
Collinare Paternopoli (AV) (450 metri s.l.m.)

ALLEVAMENTO
Spalliera – Cordone speronato

VENDEMMIA
Manuale, in cassette, nella prima decade di novembre

SISTEMA DI VINIFICAZIONE
Diraspatura e pigiatura macerazione e fermentazione con le bucce a temperatura controllata. Affinamento e batonnages in barriques per 6 mesi. Imbottigliamento e affinamento in bottiglia per ulteriori 6 mesi.