Skip links

Olio Extravergine di Oliva – imparate a riconoscere quello vero

Nessun agente chimico, solo tanta dedizione.

Bisogna riservare grandissima attenzione ad ogni fase del processo che conduce alla realizzazione dell’olio extravergine di oliva. Tutto si svolge con una vera e propria cura maniacale, dalla selezione delle olive all’imbottigliamento.

Ogni anno, l’olio extravergine di oliva è sottoposto a rigidi controlli che ne attestano l’alta qualità e genuinità. Grazie alla percentuale di acido oleico pari a 0,3 g per 100gr, lolio d’oliva Bellaria si colloca nella categoria superiore. A favorire inoltre la qualità dell’olio, è la nostra collocazione geografica. Un territorio come quello dell’Irpinia gode, infatti, di un clima mite e ben ventilato: condizioni decisamente favorevoli per gli uliveti.

La produzione del nostro olio extravergine di oliva inizia dalla fase di raccolta delle olive, che viene realizzata nel periodo compreso tra metà ottobre e metà dicembre. Si tratta di un processo interamente manuale e non invasivo per evitare di sottoporre le piante di ulivo a ogni possibile forma di stress. Le olive sono raccolte una ad una e poggiate in ceste traspiranti. Sono quindi riposte in appositi contenitori dove vengono lasciate per un massimo di quattro ore e infine portate al frantoio meccanico per il processo di molitura.

Questa fase deve essere realizzate entro un massimo di sei ore dalla raccolta al fine di garantire il mantenimento di tutte le proprietà nutrizionali e organolettiche delle olive. Dopo la fase di molitura, l’olio extravergine di oliva viene trasferito in recipienti che trattengono eventuali depositi e residui e, infine, imbottigliato ed etichettato.

Per la realizzazione dell’olio extravergine di oliva, Agricola Bellaria non utilizza nessun agente chimico, ma solo prodotti naturali e biodegradabili. Anche l’erba spontanea che cresce attorno ai nostri ulivi viene tagliata con strumenti manuali, senza essere troppo aggressivi.

Spesso, in presenza di una pianta d’ulivo particolarmente alta e ricca di olive, è necessario un tempo più lungo per la raccolta. Anziché effettuare la raccolte delle olive in un’unica fase, preferiamo realizzarla in due fasi, fermandoci a metà e portando la prima parte delle olive raccolte al frantoio, in modo tale da esser sicuri che non trascorra troppo tempo dalla fase di raccolta a quella della molitura.
Non ci spaventa il maggior tempo impiegato e l’inevitabile aumento dei costi legati alla raccolta delle olive. Per noi la qualità viene prima di tutto.

 

Join the Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.