Skip links

Bellaria é il vino di Papa Francesco

Lettera di Antonio Pepe, Amministratore di Società Agricola Bellaria

“Da quando ho fondato Agricola Bellaria insieme alla famiglia Maffei, sono passati alcuni anni durante i quali ho visto l’azienda nascere, crescere e diventare grande.

Mi fermo a pensare al tempo che abbiamo passato in cantina, cercando con tutte le nostre forze di creare vini che riuscissero a rispecchiare la bellezza e la storia della nostra Irpinia.

Nati come piccola Azienda in Irpinia che cercava in tutti i modi di emergere e di farsi notare tra le migliaia di competitor eccellenti, non abbiamo mai cercato scorciatoie; con fatica e umiltà, ogni giorno abbiamo combattuto e vinto battaglie che sembravano impossibili anche solo da affrontare.

Mi fermo a pensare ai primi trionfi in competizioni internazionali, alle prime vendite in Italia e all’estero, agli attestati di stima di partner e clienti che costituivano la principale motivazione ad andare avanti, in un Paese che di solito ti ostacola, muovendoci cercando di controllare un sistema che, spesso, invece di incentivarti, ti schiaccia.

È andata bene… e sta andando ancora bene; pertanto, credo di essere sulla strada giusta.

Tutto inizia con l’incontro dello Chef Marco Picano, un uomo carismatico, umile e schivo che ha incrociato la Sua strada con la mia; tutto inizia con una degustazione al buio, “al buio” non tanto per i vini, quanto per il lavoro che il mio stimato interlocutore faceva.

Si è avvicinato al nostro stand durante l’ultimo Vinitaly e ha degustato il nostro “Oltre”; le sue parole mi hanno fatto capire subito con chi avevo a che fare, un uomo di grande preparazione, una di quelle figure che in Bellaria amiamo, grandi lavoratori, persone competenti, uomini che lasciano sempre un segno anche senza dare un biglietto da visita.

La storia continua con la richiesta di partecipazione ad un tasting, durante il quale il nostro Greco di Tufo “Oltre” è stato tanto apprezzato, e con una successiva comunicazione con la quale lo Chef Marco Picano conferma che il nostro vino è stato selezionato per essere inserito nella carta dei vini del Viaggio Apostolico di Sua Santità Papa Francesco… mi fermo incredulo e scopro che in realtà quell’uomo conosciuto in fiera è lo Chef dei grandi.

Così, senza accorgermene, il 24 giugno 2016, i vini Bellaria finiscono sul volo Alitalia per l’Armenia nel menu del Santo Padre.

Il vino del Papa.

Rubo, per una volta, il palcoscenico al nostro ufficio Marketing, scrivendo queste poche righe con il cuore colmo di gioia e di riconoscenza, sapendo che per quante belle e indimenticabili cose abbiamo fatto in questi anni non esiste emozione più grande di quella che sto provando in questi giorni.

Un’emozione che voglio dedicare alle persone che ci hanno sostenuto in questi anni, a mia moglie e alle mie figlie e ai miei eccezionali collaboratori.

Ma, soprattutto, la dedico a chi, in un modo nell’altro, è venuto in contatto con noi e ci ha apprezzati, a chi ci ha amati e, perché no… anche a quelli con i quali non siamo andati d’accordo, perché ci sono momenti in cui i rapporti di lavoro sublimano e la cosa migliore da fare è sentirsi parte di una grande famiglia.

Con affetto, Antonio”

Join the Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.